Vacanze in Sardegna: dal 1995 case in affitto e in vendita in Sardegna.


Sei in: Home Page / Gioielli e preziosi sardi

Gioielli e preziosi sardi


anello sardoQuesta forma d'artigianato le cui radici si fondano nel lontano passato, infatti, dai ritrovamenti archeologici si può dedurre che già in epoca prenuragica si utilizzarono i gioielli; sia come oggetti sacri, apotropaici o per il semplice abbellimento del corpo.

Oggi, la bella e complessa attività orafa sarda, la si può apprezzare, sia attraverso le vetrine delle gioiellerie che con orgoglio ne mostrano i propri preziosi, oppure assistendo alle varie feste folkloristiche, attraverso l'attenta osservazione dei costumi. Nell' isola è forte il connubio tra la sua arte orafa ed i costumi sardi, così consente di distinguere un costume di un paese da un altro, di notare la distinzione tra l'abito giornaliero da quello conservato scrupolosamente per le feste

Alcuni tipi di gioielli

I bottoni: i bottoni, si usavano e si usano per il costume sardo, per chiudere i polsi e il collo della camicia dell'uomo, sia per il corpetto delle donne. In origine furono foggiati in argento, successivamente in oro, prima solo per l'abito nuziale poi utilizzato per gli altri abiti da festa.

 Le spille: le spille sono utilizzate per fissare lo scialle al capo o per chiudere perfettamente la camicia nei costumi femminili.Le spille di alcuni costumi sono non semplici lavorazioni di metallo ma delle vere e proprie opere d'arte, come la "ispilla de conca" di Dorgali, "s' agula" di Lotzorai e tante altre.

Amuleti: la produzione di questi oggetti ha caratterizzato tanti paesi dell'isola, ed in alcuni luoghi ancora oggi si ha la produzione,supportata dalle forti credenze popolari.La pietra nera dotata di effetti contro il male, sferette di ossidiana o di legno fossile a forma di ciondolo contro il malocchio o una conchiglia sono i più comuni amuleti.

I materiali utilizzati
Nell'antichità si utilizzava rame ed argento, sostituiti da oro e dal corallo. Questi costituiscono i materiali oggi più utilizzati dai tanti orafi presenti in Sardegna, occorre citare quelli di Dorgali per la lavorazione della filigrana e quelli di Alghero, Bosa e Carloforte per la lavorazione del corallo. 

Marchi e logo depositati. Testi di proprietà Costa Orientale. Foto coperte da diritto d'autore. Agenzia Immobiliare iscritta CCIAA di Nuoro. Associato FIAIP