Vacanze in Sardegna: dal 1995 case in affitto e in vendita in Sardegna.


Sei in: Home Page / I dolci tipici

I dolci tipici


I dolci insieme al pane sono l'orgoglio della cucina sarda; per la loro preparazione vengono mantenute le più rigide regole, tramandate di generazione in generazione. Questi hanno contribuito a far mantenere un forte legame con le ricorrenze religiose e con le festività in genere. I dolci risultano genuini per gli ingredienti utilizzati: miele, formaggio, ricotta, mandorle e sapa (vino cotto); a differenza di quelli prodotti nel resto d' Italia ricchi di cioccolato, panna, creme ecc.

Dolci tipici sardi sardegna vacanzeDolci tipici dell'Ogliastra

Is pardulas (le formagelle di ricotta o formaggio, solo per Pasqua)
Sono formate da dischi soffici di pasta con gli orli rialzati, ripiene di formaggio pecorino fresco grattugiato, zafferano, zucchero e vaniglia, scorza di limone o arancia tritata. Sono diffuse in tutta la Sardegna e nel campidano hanno la caratteristica di essere ripiene di ricotta.

Is amarettus (gli amaretti)
Sono composti da una pasta di mandorle dolci e amare, zucchero, bianchi d'uovo e scorza di limone grattugiata. Di colore marrone e di forma ovale, con la superficie screpolata e croccante. Vengono spesso consumati nelle occasioni importanti quali matrimoni, cresime, battesimi ecc.

Is bianchinus (i bianchini)
Si preparano con bianchi d'uovo sbattuti a neve, zucchero, mandorle tostate a pezzi e aromatizzati con scorze di limone. Sono prodotti in tutta l'isola con forme che possono risultare differenti, ovali, rotonde e più o meno decorate. Dolcissimi e friabili si accompagnano a vini da dessert.

Is Pirichittus
Di forma circolare, ricorda una palla di neve, tipico della zona di Cagliari. Gli ingredienti per la preparazione sono lo zucchero, il limone e l'arancia. La pasta è fatta con le uova, l'olio d'oliva e la farina.

Sa pabasina
Di forma romboidale, formati da un impasto lievitato di semola, con strutto, uova, uva sultanina, pinoli, noci o mandorle e sapa. Si possono trovare anche ricoperti di glassa e guarniti con palline colorate.

Is mustazzolus (I mustaccioli)
Dolce tipico dell'oristanese, a base di mosto concentrato, farina di frumento, lievito e zucchero. Di forma romboidale, è a detta di qualcuno, forse il più antico dolce della Sardegna.

Tiliccas
Dolce tipico gallurese, è formato da una sfoglia di farina lavorata con lo strutto, con i bordi rialzati, ripiena di miele, mandorle, noci e sapa.

Sa sebada
La pasta non lievitata viene lavorata con lo strutto, che ricopre il formaggio fresco ed inacidito mischiato a semola e scorza di limone o d'arancia grattugiata. La sua forma è circolare e si cucina friggendola in olio d'oliva e coprendola in seguito, prima di mangiarla, con zucchero o miele.

Sos sospirus - I sospiri - ( o Gueffos)
Di forma rotonda, del diametro di pochi centimetri, formati da un impasto di mandorle tritate, zucchero, limone, acqua di fiori d'aranci. Sono normalmente avvolte da carta velina colorata, con le estremità frastagliate. Ne esistono anche alcune varianti, in cui i dolci vengono aromatizzati al miele e ricoperti da una glassa di cioccolato fondente.

Marchi e logo depositati. Testi di proprietà Costa Orientale. Foto coperte da diritto d'autore. Agenzia Immobiliare iscritta CCIAA di Nuoro. Associato FIAIP