Vacanze in Sardegna: dal 1995 case in affitto e in vendita in Sardegna.


Sei in: Home Page / La fauna

La fauna


Molte specie presenti in Sardegna sono rare o localizzate in pochi e ristretti luoghi lontani dal disturbo dell'uomo, quindi non sono scomparse come nel resto delle regioni d'Europa. Specie di particolare importanza che abitarono la Sardegna nelle ere passate e che con l'evoluzione si sono estinte sono: l'orso, la lince, il lupo, il coccodrillo, l'elefante, due specie di scimmie ed il cavallo selvaggio.
Sardegna faunaIl muflone (ovis musimon) o pecora selvatica è tuttora presente nell'isola, perché è comparso in epoca più recente o è sopravissuto alle avverse condizioni ambientali; questo mammifero è considerato il simbolo della Sardegna.
Originario della Corsica e della Sardegna è stato successivamente esportato in numerosi parchi d'Europa, nell'isola è ancora allo stato selvatico nel massiccio del Gennargentu e in Ogliastra ed è ridotto a pochi esemplari, quindi è una specie protetta.
Altri ungulati sono: il cervo sardo (cervus elaphus) esemplare molto raro; il cinghiale che nonostante la caccia spietata sembra sopravivere; il daino (dama dama) completamente scomparso è reintrodotto nelle foreste del Montarbu a Seui. Completa la famiglia dei mammiferi rari, la foca monaca (monachus monachus) che un tempo spadroneggiava nei mari dell'Ogliastra. Quel poco che sappiamo deriva dalle osservazioni effettuate quando, una volta l'anno, nel periodo di riproduzione e della muta del pelo, la foca monaca sosta sulla terraferma. Sceglie spiagge riparate per partorire, come le Grotte del Bue Marino (Dorgali). E' ora ridotta a pochi esemplari avvistati diversi anni fa anche nelle cale di Baunei.
Cinghiale SardegnaMammiferi diffusi sono invece: la lepre sarda (lepus capensis); la volpe (vulpes ichunusae); la donnola (mustela nivaris); la martora (martes martes); il gatto selvatico (felis silvestris); il coniglio selvatico (oryctolagus cuniculus); il ghiro (glis glis) e il riccio comune (erinaceus europaeus). Tra gli anfibi gli endemismi sono: il geotritone sardo (hydromantes genei); l' euprocto (euprocto sardo).
Tra i rettili occorre citare la testuggine marina (careta careta) che trovandosi nel Mediterraneo depone le uova sulle nostre spiagge. Tra gli ofidi o serpenti una specie esclusiva della Sardegna è la natrix natrix cetii.Per quanto riguarda l'avifauna ricordiamo in particolare il fenicottero rosa che nidifica nello stagno di Molentargius (Cagliari), l'unico luogo in tutta Europa.
In Ogliastra uno degli ambienti più ricchi di fauna selvatica è lo stagno di Tortolì, dove si possono ammirare migliaia d'uccelli acquatici, quali: gli aironi cenerini, le garzette, i gabbiani reali, la gallinella acquatica e il falco di pallude.

Tra i cannetti vi nidifica e staziona lo splendilo pollo sultano. Sempre dell'avifauna occorre ricordare esemplari come l'aquila reale (in via di estinzione), il falco pellegrino, il grifone, il gufo, la civetta, il piccione terraiolo, il colombaccio, la pernice sarda che nonostante il bracconaggio è ancora presente e infine il falco della regina che da il nome alla costa tra Cala Goloritzè e Capo Monte Santo detta infatti falesia dei falchi.

Marchi e logo depositati. Testi di proprietà Costa Orientale. Foto coperte da diritto d'autore. Agenzia Immobiliare iscritta CCIAA di Nuoro. Associato FIAIP