Vacanze in Sardegna: dal 1995 case in affitto e in vendita in Sardegna.


Sei in: Home Page / Maggiori feste dell'isola

Maggiori feste dell'isola


Sa Sartiglia ( Oristano) - Domenica e martedì di carnevale.
La Sartiglia è una festa di carnevale, celebrata la domenica con protagonisti gli adulti ed il martedì grasso si ripete con i bambini.La festa consiste in una giostra, diversi cavalieri, uno per volta, si lanciano al galoppo e devono infilare una stella o anello sospeso (chiamato sortija) con la spada.Durante la manifestazione che prende l'avvio nel primo mattino, oltre alla giostra, si ha: la sfilata dei costumi, le gare d'abilità con i cavalli ed infine, il momento forse più emozionante, e quello della benedizione della folla effettuata da "Su Componitori".

Sant'Efisio (Cagliari) - Il primo di maggio
 La festa richiama migliaia e migliaia di persone, è celebrata in onore a Sant'Efisio patrono della città, ed inoltre è ripetuto il voto, che fu fatto per la prima volta dai Cagliaritani nel 1656. I cagliaritani chiedevano al Santo di liberarli dalla micidiale pestilenza che stava decimando la città. Si tratta di una processione: vi partecipano costumi sardi provenienti da diversi paesi dell'isola, chiude il Santo portato su un carro a buoi, si percorrono le vie del centro storico.La processione dopo la sfilata in città raggiunge la vicina località di Giorgino per poi proseguire per Pula, luogo in cui il Santo ebbe il martirio.Dopo tre giorni di permanenza a Pula, il Santo è riportato a Cagliari, però prima si fa sosta nella chiesetta di Giorgino, per cambiare l'abito al Santo ed il cocchio.

S'ardia di San Costantino (Sedilo) 6-7 Luglio a Sedilo (OR)
 La festa di San Costantino che si svolge nei primi giorni di luglio a Sedilo è molto suggestiva e ricca di emozioni.E' una festa atipica, tutto si svolge con una corsa, i cui protagonisti sono cavalieri coraggiosissimi, che si lanciano ad un galoppo velocissimo, in un lungo pendio scosceso passando nello stretto arco di San Costantino. Lo scopo della corsa consiste nel superare i capi corsa, è uno spettacolo atavico, di forte coraggio ed alle volte sanguinario.Il rito si ripete dopo otto giorni però la corsa (S'ardia) intorno al santuario è fatta a piedi.

I Candelieri (Sassari) - 14 Agosto
 Questa è la più grande festa per gli abitanti di Sassari, si inizia il primo pomeriggio della vigilia di Ferragosto. E' una processione che si svolge senza la presenza di preti, prende avvio con la consegna della bandiera all'obriere del Gremio degli agricoltori da parte del primo cittadino. Dopo la consegna, si inizia la faradda, la discesa dei candelieri che rappresentano nove gremi (contrade) e che trasportano imponenti colonne di legno sostenute a braccio dai portatori che ballando al ritmo scandito dal tamburino e dal pifferaio sfilano in un percorso per le vie del centro. In origine le colonne erano fatte di cera e non in legno offerti alla Vergine, rito introdotto nel duecento dai Pisani, poi nel seicento si sono sostituiti i ceri con le attuali colonne di legno.

Il Redentore (Nuoro) - 29 Agosto
La festa è celebrata in onore alla statua del Redentore, posta nel Monte Ortobene a Nuoro realizzata dallo scultore Jerace nel 1901.La particolarità di questa festa costituita dalla presenza di tantissimi costumi sardi e non, in certe edizioni si è arrivati ad oltre 2000.Dopo la sfilata, i gruppi si esibiscono in un bellissimo ed apprezzato festival di balli e canti.

Marchi e logo depositati. Testi di proprietà Costa Orientale. Foto coperte da diritto d'autore. Agenzia Immobiliare iscritta CCIAA di Nuoro. Associato FIAIP